Sapori dalla Grecia (parte 1)

Un po’ di storia

Fin dall’antichità, la tradizione gastronomica greca è stata influenzata e ha influenzato le culture limitrofe, fino ad essere esportata presso i popoli latini e a diffondersi in tutto il bacino del Mediterraneo.
Le origini dei vari piatti della cucina greca risalgono a diversi periodi storici: dall’antica Grecia al periodo ellenistico e bizantino, passando per la cucina ottomana con nomi di piatti dalle origini turche, arabe e persiane.
A dimostrazione dell’importanza che la cività greca attribuiva alla cultura culinaria, degno di nota è il culto di Adefagèa, la dea della gastronomia. Sin dall’epoca dell’occupazione romana, la cucina greca si trasfuse a Roma, le cui ricette divennero greche.
Alla stessa maniera, la cucina greca dell’Impero bizantino si ramificò in Italia ed in tutta Europa, prima tramite le repubbliche marinare e dopo grazie alla fantasia gastronomica dei cuochi italiani e francesi.

Oggi proponiamo un menù tipico della cucina greca: KOLOKITHOKEFTEDES CON SALSA TZATZIKI, PITA E INSALATA GRECA.

La ricetta delle kolokithokeftedes, polpette fritte con feta e zucchine

Senza-titolo-1

500 grammi di zucchine – 60 grammi di formaggio Feta – 2 spicchi di aglio – 2 cipollotti – 1 mazzetto di erbe aromatiche (aneto, prezzemolo e menta) – 2 uova – sale e pepe – farina – pangrattato – olio per friggere

Tagliare a strisce sottili le zucchine, strizzarle e asciugarle. Affettare i cipollotti e sminuzzare le erbe aromatiche. Triturare la feta. Mettere gli ingredienti in una terrina, aggiungendo le uova condite con sale e pepe e lentamente il pangrattato e la farina, fino a ottenere un composto non troppo asciutto. Infarinare le polpette e friggerle in olio bollente. Guarnire con salsa tzatziki.

La ricetta del tzatziki, salsa di yogurt greco e cetrioli

400 grammi di yogurt greco – 4 spicchi di aglio – 1 cetriolo – 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva – 2 cucchiai di aceto bianco – aneto o menta – sale

Lavare e grattugiare il cetriolo con la buccia, asciugarlo e strizzarlo. Tritare e pestare gli spicchi d’aglio. Mettete lo yogurt in una terrina e mescolarlo con i cetrioli e l’aglio. Versare l’olio e l’aceto, aggiungere il sale e l’aneto (o menta) tritato.

La ricetta della pita, il tipico pane greco

Senza-titolo-3

500 grammi di farina (di cui metà 00 e metà manitoba) – 1,5 bicchieri d’acqua tiepida – 1 cucchiaio di sale – 1 cucchiaino di malto (o zucchero) – 4 grammi di lievito di birra secco (o 12 grammi di lievito fresco) – 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva

Mettere in una terrina il lievito di birra, aggiungere un po’ di acqua tiepida e il malto (o lo zucchero) e mescolare per far sciogliere tutti gli ingredienti. Unire la farina setacciata e impastare. Sciogliere il sale in acqua tiepida e mescolare con l’olio, versare il liquido nel composto e impastare. Lavorare l’impasto su un piano da lavoro finché sarà liscio ed elastico e modellarlo come una palla. Lasciare lievitare l’impasto in una ciotola oliata e ricoperta con la pellicola trasparente nel forno spento ma con la luce accesa per due ore. Dividere l’impasto in otto parti e fate otto palline. Stenderle con un matterello fino ad ottenere delle sfoglie leggermente ovali di circa 2 mm di spessore e 20 cm di diametro. Sistemare le pita su una leccarda foderata con carta forno e spennellarle leggermente con olio e acqua. Lasciarle lievitare coperte con la pellicola in forno spento con la luce accesa per almeno 40 minuti. Spruzzare le pita con olio e acqua e spostarle insieme alla carta forno su un’altra leccarda già riscaldata in forno statico a 250 gradi. Infornare per 5 minuti le pita, che devono risultare dorate sotto e bianche sopra. Per aumentare lo spessore delle pita, evitare di bagnarle prima della cottura.

La ricetta dell’insalata greca

Senza-titolo-2

200 grammi di formaggio Feta – 150 grammi di lattuga iceberg – 8 olive nere greche – 1 cipolla rossa – 2 cetrioli – 2 pomodori piccoli – origano – sale – 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva

Lavare, asciugare e tagliare l’insalata. Lavare, sbucciare e tagliare a fettine i cetrioli. Lavare e tagliare in quarti i pomodori. Sbucciare, lavare e tagliare a fette la cipolla. Tagliare a cubetti la feta. In una ciotola porre l’insalata, i cetrioli, le cipolle, i pomodori e le olive. Alla fine aggiungere la feta, l’origano, il sale e l’olio.

καλή όρεξη (kalí órexi)

Annunci

Un pensiero riguardo “Sapori dalla Grecia (parte 1)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...