“Trans-pretation”: il futuro dell’interpretazione simultanea è scritto?

Al convegno “100 years of Conference Interpreting” organizzato dall’Università di Ginvera, l’International Labour Organisation e l’AIIC, nella sessione dedicata al futuro dell’interpretazione simultanea, Carlo Eugeni ha lanciato la provocazione: “il futuro dell’interpretazione simultanea è scritto”.

di Carlo Eugeni

Telephone-interpreting

Respeaking

Partendo dal concetto di trans-pretation (Safar 2019), ossia l’ibridazione sempre più evidente e diffusa tra le forme di mediazione scritta (translation) e quelle di mediazione orale (interpretation), e passando per la sottotitolazione in tempo reale tramite respeaking, la prospettiva dell’interpretazione scritta pare meno assurda.

Per capirne meglio i dettagli, basta scomporre l’idea di interpretazione scritta nelle tre componenti hymesiane della traduzione: processo, prodotto e funzione. La natura del prodotto è l’unica che cambia perché il pubblico dovrebbe passare dal sentire l’interpretazione in cuffia al leggerla su uno schermo, come nel caso dei sottotitoli per non udenti offerti da Televideo e Mediavideo alle rispettive pagine 777.

La funzione rimarrebbe intatta, perché i sottotitoli svolgerebbero la stessa funzione traduttiva che svolge attualmente la voce nelle ricetrasmittenti, con décalage simile (si veda anche l’articolo di questo blog “L’interpretazione simultanea: origini, tecnologia e abilità dell’interprete”).

L’aspetto sul quale è interessante soffermarsi è il processo, molto simile a quello dell’interpretazione simultanea. Tra le tecniche usate per produrre sottotitoli in tempo reale, infatti, il respeaking consiste nell’ascoltare quello che dice l’oratore e, simultaneamente, ripeterlo o riformularlo oralmente a favore di un pubblico di sordi (nel caso della sottotitolazione intralinguistica). Grazie a un software di riconoscimento del parlato molto simile a quello che si usa per scrivere messaggi con la voce tramite smartphone, la voce del respeaker diventa testo, immediatamente visibile agli spettatori. A conferma della similitudine con la tecnica dell’interpretazione simultanea, i risultati del progetto LTA sulle competenze del sottotitolatore e la produzione di materiali didattici per la formazione (o autoformazione) del sottotitolatore in tempo reale e uno studio ancora in corso d’opera (Cosci, in stampa) che sembra confermare che le aree del cervello coinvolte nei due processi (resapeaking e interpretazione simultanea) sono le stesse così come la quantità di onde Alfa, Beta e Gamma, in linea con la Théorie du Sens.

Applicato alla conferenza in lingua straniera, questa tecnica è già stata sperimentata per tradurre oratori stranieri in contesti specifici (si vedano i progetti di onA.I.R. disponibili su www.respeakingonair.org) con un certo successo, confermato dalla soddisfazione degli utenti, che apprezzano in particolare la possibilità di riutilizzare i sottotitoli come appunti della conferenza e l’esperienza visiva di ricezione della traduzione.

Per quanto riguarda la formazione degli interpreti alla sottotitolazione nel momento in cui una tecnica del genere prendesse piede, si è già detto che le competenze dell’interprete e del respeaker sono molto simili. Tuttavia alcune differenze sussistono e richiedono una formazione specifica. Se ci sono alcune facoltà che si muovono in questo senso, la buona notizia è che il progetto LTA sta producendo materiali che saranno accessibili online e gratuitamente volti specificamente alla formazione e l’autoformazione del sottotitolatore in tempo reale.

Il take-home message è: “Don’t be afraid of technology. Give it a try and go written!”.

 

Informazioni sull’autore:

Carlo Eugeni è interprete, traduttore, respeaker, docente universitario, presidente del Comitato Scientifico di Intersteno e PhD con la prima tesi di ricerca sulla tecnica del respeaking per la sottotitolazione live. Attualmente partecipa al progetto di ricerca LTA (Live Text Access): http://ltaproject.eu.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...